Voli low cost

by

volo

Tempo fa qui avevo parlato di una falsa poesia di Borges (Se io potessi vivere un’altra volta la mia vita) che circolava da anni in rete nonostante le numerose e autorevoli smentite. L’avevo definita una versione edulcorata della poesia dell’argentino, un Borges come si vorrebbe che fosse Borges, banalizzato in formule facilmente digeribili, qualcosa di simile a Coelho, al Kipling di If, nella cui scrittura predomina il registro gnomico, il tono ieratico e sapienziale. Oggi quella poesia è uscita dalla rete ed è approdata alla radio, precisamente a radio Deejay, durante la trasmissione Il volo del mattino di Fabio Volo. Ascoltate qui come lui la declama, totalmente calato nel ruolo di fine dicitore che sta comunicando grandi insegnamenti morali col sottofondo musicale newagizzante. E fate attenzione soprattutto alle sottolineature di alcuni versi con l’effetto eco della voce. Due, in particolare. Una, a metà, quando dice: «di quello è fatta la vita»; e l’altra nel finale patetico e testamentario: «ma guardate, ho 85 anni e so che sto morendo». Una volta Raboni, riferendosi alla vulgata turistica dell’argentino, determinata dal suo enorme e acritico successo, affermò che «con Borges si viaggia nell’infinito a poco prezzo, e col biglietto di ritorno prepagato; si gusta la vertigine delle alte quote alzandosi di pochi metri». Mi sembra una sintesi perfetta.

Annunci

Tag: , ,

3 Risposte to “Voli low cost”

  1. Hector Belial Says:

    GINEVRA – Scosse di terremoto allarmano la popolazione. Nessun danno a edifici e persone. Subito individuato l’ipocentro del sisma: la tomba di un argentino al Cimetière des Rois.

  2. cristiano de majo Says:

    mi sono preso il disturbo di avvisare l’interessato…

  3. sarah Says:

    viviamo in tempi in cui una poesia, pretesa, somma o finta che sia, viene letta in radio, in una trasmissione popolare. mi sembra che, intenzioni di Volo a parte, sia una buona cosa.
    non so ancora dire se preferisco molte persone a pochi metri da terra o pochi individui in alta quota, dove manca l’ossigeno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: